Le Andrianelle

Donare alla comunità locale una struttura ricettiva composta da albergo e ristorante che rispecchiasse fedelmente la tradizione del territorio.
Questa l’idea di fondo che ha spinto la proprietà a voler realizzare “Le Andrianelle”.

Un tempo, infatti, trattorie, osterie e locande rappresentavano punti di ritrovo per gli abitanti dei piccoli centri e allo allo stesso tempo “finestre sul mondo”per la loro capacità di attrarre ed ospitare persone provenienti da altre località.è questo lo spirito che ha dato via alla ristrutturazione dell’antica costruzionerisalente al 1800 in cui oggi si trova “Le Andrianelle”.

Il progetto ha avuto come obiettivo il recupero e la restituzione di una raffinata casa dell’epoca in cui, per un certo periodo, abitarono due sorelle soprannominate, appunto, le Andrianéle.

Oggi, negli stessi ambienti ristrutturati cercando di mantenere quanto più possibile il fascino di quei tempi -senza per questo rinunciare alla funzionalità di concezione moderna- è possibile riassaporare un po’ di quell’atmosfera soggiornando in una delle camere elegantemente arredate o deliziando il palato con le prelibatezze offerte dal ristorante.

 

Il Progetto

Il progetto di recupero inizia nel 2014, quando la committenza decide di trasformare l’ottocentesca abitazione dei Valdagni in Hotel Ristorante con l’obiettivo di ridare alla piazzetta di Via Liston a Malo la sua anima sociale.La volontà di mantenere un legame con l’architettura originaria mi ha portato alla scelta di materiali e lavorazioni tradizionali, dalla semina con scaglie e granuli di marmo impiegataperla pavimentazione, alla ristrutturazione della cantina a volta e  della scalain pietra, fino alla realizzazione del nuovo pavimento a cassettoni in legno di pero.

Anche l’ampliamento è stato pensato comeun continuo con la costruzione ed ora si completa con una veranda che rimanda alle antiche inglesine dell’epoca.

Il nuovo spazio consentirà agli ospiti di fruire della corte interna anche nel periodo invernale.
Le Andrianelle è uno spazio fa rivivere il passato senza rinunciare al comfort delle nuove tecnologie domotiche.

RITA SCARPINATO